Lettere al Direttore

lavoce@medeainf.it

CENTRO STORICO e BAR CHIUSI

Gentile direttore,

abbiamo avuto notizia che LA VOCE torna anche nella veste sua propia della stampa che aveva abbandonato da un po’ di tempo.

Siamo lieti che torniate. Avevamo bisogno di qualcuno che ci fosse vicini. Non vogliamo rubare né tempo né spazio. Solo chiedere di parlare anche di argomenti che di solito sfuggono.

Per esempio le chiediamo: è mai possibile che anche quest’anno si sia ripetuto un fatto che già gli anni precedenti ci aveva fatto restare increduli e cioè che mentre il centro storico si riempie di turisti in visita i bar della "storica" Piazza Calandra chiudano o per turno o per ferie e i turisti non sappiano dove andare.

Si parla di centro storico da rivitalizzare e da valorizzare, ma le pare questo il modo di essere. Tutti hanno diritto alle ferie ma non le pare che poi non ci si possa lamentare se da noi le cose non funzionano ?

La ringraziamo e auguriamo a LA VOCE di essere sempre dalla parte dei cittadini.

F.B.


Pretura e immigrati

Caro Direttore,

un giornalista con molto fair play e ironia la definì qualche anno fa Grand Hotel delle Nazioni e anche Anguria Hotel. Mi riferisco a quella che avrebbe dovuto essere la nuova Pretura di Nardò e che a distanza di vent’anni ( o forse sono di più, difficile tenere il conto) è ancora la, nel pieno degrado e fatiscenza.

Anche quest’anno è stata rifugio di centinaia di immigrati che vengono a lavorare, molto spesso clandestinamente, e colà trovano riparo e giaciglio.

Non è uno spettacolo bello né decente.

Non farò la moralista, né dirò davvero tutto quello che penso. Però mi sembra davvero incredibile che nessuno si dia da fare per trovare una soluzione a un problema che comunque è davvero grave.

Qualche anno fa si diede da fare la Caritas diocesana e fu creato un centro di assistenza e raccolta con, se non ricordo male, anche un piccolo bus che assicurava il collegamento tra la stazione Nardò centro e il centro urbano. Poi più niente ed è sempre più emergenza.

Mi chiedo e Le chiedo se è mai possibile che non si possa fare niente in proposito.

E non è assurdo che una Amministrazione comunale che si dice democratica e progressista con un vicesindaco comunista se ne stia a guardare e a tollerare soprusi e illegalità e umiliazione della condizione umana?

In questi giorni la Pretura è stata recintata. Forse per renderla più vicina a un lager nella prossima stagione di raccolta delle angurie!